Non luoghi dell’esistere

 

“Il non luogo è uno spazio dell’anonimato, una zona di transito, fatta di comunicazione e consumo, dove molteplici individualità s’incontrano ma non vengono in relazione diretta e volontaria. I non luoghi sono molti: autostrade, stazioni, aeroporti, centri commerciali e mezzi di trasporto…”

(Marc Augé)

Dal 26 settembre al 17 ottobre il Borgo di Bienno ospiterà quattro brevi performance di danza contemporanea in quattro luoghi diversi che lo caratterizzano.

Partendo da una riflessione sulla contrapposizione tra luogo e non luogo, il pubblico potrà assistere a degli studi site-specific realizzati per il Borgo di Bienno da parte di Elisabetta Da Rold con la partecipazione di sei danzatori.

A causa della situazione pandemica dell’ultimo anno e mezzo, lo stare dei luoghi si è assimilato molto più spesso al transitare dei non luoghi, l’idea quindi è quella di prendere parte ad un nuovo tipo di incontri attraverso delle azioni artistiche e performative che possano ridare valenza a quei posti in cui è svanita.

 

Coreografia 

Elisabetta Da Rold

 

Danzatori

Alessandra Cozzi

Agnese Gabrielli

Nicolò Giorgini

Camilla Neri

Francesca Rinaldi

Pablo Ezequiel Rizzo